Azienda USL1 imperiese - homepageOttobre mese rosa della prevenzione
23 ottobre 2017 -  17:27
mappa help contatti pec e protocollo link posta aziendale
Azienda USL1 imperiese - homepage
07/05/2009 - Informativa Decreto Legislatvo 194 del 19 novembre 2008

D.Lvo n. 194/2008: disciplina delle modalità di finanziamento dei controlli sanitari ufficiali in attuazione del Regolamento CE n. 882/2004

Si informa che a far data dal il 12 dicembre 2008 è entrato in vigore il Decreto Legislativo n. 194 del 19 novembre 2008 pubblicato nella G.U. n 289 del 11/12/2008.
Il decreto sostituisce il D.Lgs 432/98 e stabilisce gli importi da versarsi da parte dei titolari di determinate strutture del settore alimentare.

Le aziende con stabilimenti ricompresi nell'Allegato A, Sezione 6, del citato Decreto 194/2008, che svolgono attività prevalentemente all'ingrosso, sono tenute a versare all'ASL, a titolo di copertura dei costi relativi ai controlli ufficiali, entro il 31 gennaio di ogni anno, una tariffa annua forfettaria, corrispondente alla propria tipologia di attività ed alla fascia produttiva di appartenenza, unitamente alle maggiorazioni previste, per l'anno 2009, dall'art. 11 comma 1 (20%) e comma 4 ( 0,5%) del decreto legislativo citato.

La circolare del Ministero della Salute del 17.04.2009 precisa che: "Qualora uno stabilimento svolga più di una attività si applica un'unica tariffa relativa all'attività prevalente. Al fine dell'individuazione dell'attività prevalente si considerano, in ordine di priorità, il riconoscimento comunitario dell'attività (rispetto alla registrazione). Nel caso di più attività riconosciute, si prende in considerazione il volume prodotto o commercializzato riferito all'attività che si colloca nella fascia più onerosa. Lo stesso criterio si applica nel caso coesistano più attività registrate..."

Per gli stabilimenti che trattano alimenti di origine animale l'applicazione dell'Enpav 2% è momentaneamente sospesa, fatto salvo l'eventuale recupero entro fine anno e comunque il conguaglio in attivo o pas-sivo sulla base delle disposizioni ministeriali.
Si richiama l'attenzione su quanto previsto dall'art. 10, comma 5, di seguito riportato:
"In caso di inadempimento degli obblighi di pagamento da parte degli operatori dei settori interessati dai controlli di cui al presente decreto, si applicano le procedure per la riscossione coattiva. Trascorsi sessanta giorni dalla richiesta di pagamento della tariffa, in caso di incompleto pagamento della medesima, l'importo è maggiorato del 30 per cento, oltre agli interessi maturati nella misura legale".
I titolari degli stabilimenti, potranno calcolare l'importo dovuto, come da esempio seguente, in base alla produzione annua dichiarata.

Esempio: stabilimento ricadente nella fascia produttiva annua "A" (vedere Allegato A, sezione 6)
  • tariffa annua dovuta ai sensi dell'Allegato A Sezione 6: € 400,00
  • maggiorazione 20%, (prevista all'art. 11 comma 1), calcolata su € 400,00 = € 80,00
  • contributo 0.5%, (prevista all'art. 11 comma 4), calcolato su € 400,00 = € 2,00
  • Totale da corrispondere (salvo conguaglio attivo o passivo): € 482,00

Per gli stabilimenti che esercitano più tipologie di attività ricomprese nella sezione 6 dell'Allegato, il calcolo dell'importo da versare va effettuato, come sopra riportato, sulla base del volume produttivo dell'attività prevalente alla quale corrisponde la fascia contributiva più elevata.

  • Il versamento va effettuato entro 60 giorni dal ricevimento della lettera della ASL su c/c postale n. 96131552 intestato a U.S.L. 1 Imperiese Nella causale del versamento specificare "Decreto Legislativo 194/08"

L'autodichiarazione debitamente compilata e sottoscritta (unire copia fotostatica di documento di identità in corso di validità) e la sezione del bollettino di ccp attestante l'avvenuto versamento dovranno essere inoltrate a:
Dipartimento di Prevenzione – ASL 1 Imperiese – Via Aurelia 97 – 18038- Bussana di Sanremo.

Allo stesso modo l'autodichiarazione dovrà essere inviata anche nel caso di stabilimenti che il titolare ritenga non soggetti al versamento in quanto la produzione commercializzata all'ingrosso è inferiore al 50% del totale.
Eventuali chiarimenti potranno essere richiesti a:
Struttura Igiene Alimenti di Origine Animale Tel. 0184 – 536854 oppure Struttura Igiene Alimenti e Nutrizione Tel. 0184 – 536803.

Documenti disponibili