Azienda USL1 imperiese - homepageLogo PAQ per una pubblica amministrazione di qualità Azienda USL1 imperiese
25 maggio 2017 -  3:13
mappa help contatti pec e protocollo link posta aziendale
Azienda USL1 imperiese - homepage
15/04/2016 - Radio Mimesi

Radio MIMESI. La radio dei folli. Una radio fuori dal comune, nasce come un progetto riabilitativo per pazienti psichiatrici, l’idea è quella di costruire insieme ai pazienti un gruppo che possa parlare in prima persona del significato della lotta allo stigma e all’emarginazione, dando a queste due parole il valore reale del loro significato.



Ascolta radio Mimesi

Per tale ragione in collaborazione con l’ufficio URP, il Dipartimento di Salute Mentale dell’ASL1 Imperiese e in particolar modo i pazienti del Centro Diurno e Caup di Castelvecchio hanno scelto lo strumento radiofonico come mezzo per dar voce a chi per troppo tempo ha parlato solo “sottovoce”.

In Italia ad oggi sono tantissime le realtà che godono di un’ampia esperienza in tal senso, ricordiamo alcune di loro come Radio 180, Radio Shock o Radio fragola, tutte radio WEB gestite dall’utenza psichiatrica.

Ad oggi potete ascoltare le nostre registrazioni su una piattaforma web www.spreaker.com e cliccare su Radio Mimesi (o direttamente dal sito della ASL), saranno prodotte due registrazioni al mese. Ogni registrazione avrà come titolo la canzone scelta dai nostri ragazzi che sarà da spunto per il messaggio che vorremmo dare al nostro pubblico. Ci auguriamo di uscire sempre di più dai confini della nostra sala di registrazione, al momento lo studio medico di cui ci siamo impossessati per dar voce ai nostri pensieri.

Vi lasciamo con una prima intervista al Dott. Giacomini referente medico del Centro Diurno e a seguire una seconda puntata dal titolo di “ti regalerò una rosa” in cui presentiamo l’intera redazione.

Adesso lasciamo la parola ai veri redattori di questa iniziativa:

“È nata ufficialmente RADIO MIMESI, una radio fuori dal comune.
L’intero Staff della CAUP/CD Imperia in collaborazione con l’ASL1 danno il lieto annuncio a tutta la popolazione. Un approccio non convenzionale al problema dello stigma e della diversità . Ecco perché l’abbiamo espressamente chiamata la radio dei folli.”
Paolo

“Radio Mimesi, rappresenta un gruppo di ragazzi che vogliono far sentire la propria voce, che voglio trasmettere i propri pensieri, mi aspetto che Radio Mimesi possa migliorare sempre di più e che diventi un vero e proprio mezzo di comunicazione.” Sabrina

“Per me Radio Mimesi, non ha come obiettivo solo il comunicare un messaggio particolare, ma un obiettivo personale…questo tipo di attività permette di riconoscermi in un gruppo e di poterne far parte è questo per me il successo di radio Mimesi.” Raffaele

“Radio Mimesi è creata da noi, per far conoscere alle persone cos’è davvero la malattia mentale, il mio obiettivo è che piaccia alle persone affinchè le nostre patologie siano realmente accettate dalle persone, spero che questa attività possa crescere e che abbia successo.” Marina

“Spero che la Radio abbia successo e non vedo l’ora di sentirci più spesso, io ho come obiettivo quello di trasmettere un messaggio alle persone che ci ascoltano: La malattia mentale è curabile”. Giorgio.