centralino unico 0184 5361112 numero unico emergenzaChiama il numero verde del CUP 800098543 - numero unico prenitazioni telefoniche


Le informazioni qui presenti sono riferite alla data di pubblicazione disponibile a fondo pagina. Si consiglia di verificare che al momento della lettura siano ancora valide, consultando eventualmente le sezioni del sito dedicate all'argomento di interesse


Rientro dall'estero: aggiornamento disposizioni valide fino al 31 maggio 2022

Sono on line le disposizioni per il rientro in Italia dall’Estero: proroga contenuta nell'Ordinanza 29 marzo 2022 sino al 31 maggio 2022

Rientro dall'estero disposizioni Ordinanza 22 febbraio 2022 - proroga contenuta nell'Ordinanza 28 aprile sino al 31 maggio  2022.
Ministero della Salute Ordinanza 22 febbraio 2022 "Nuove misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19. (22A01318)" - (G.U. Serie Generale, n. 45 del 23 febbraio 2022

Disciplina per l'ingresso in Italia

In assenza di sintomi compatibili con COVID-19, l'ingresso in Italia è consentito a condizione di presentare al vettore, al momento dell’imbarco, e a chiunque sia deputato ad effettuare i controlli, il formulario digitale di localizzazione del passeggero (digital Passenger Locator Form o dPLF).  

Il dPLF può essere esibito in formato digitale o cartaceo. In caso di mancata compilazione del dPLF, il vettore può rifiutare l’imbarco. A partire dal 1 maggio 2022, la compilazione del dPLF non sarà più obbligatoria

Inoltre, per l'ingresso in Italia, è necessario presentare, alternativamente: 

  1. Vaccinazione completa con vaccino autorizzato dall’EMA, effettuata da meno di 9 mesi (Certificazione Digitale UE o certificazione equivalente per le autorità italiane)
  2. Vaccinazione completa con vaccino autorizzato dall’EMA e dose di richiamo (cd. booster), in formato Certificazione Digitale UE o certificazione equivalente per le autorità italiane
  3. Guarigione da COVID-19, da meno di 6 mesi (formato Certificazione Digitale UE o certificazione equivalente per le autorità italiane)
  4. Risultato negativo di test molecolare condotto con tampone nelle settantadue (72) ore prima dell’ingresso in Italia o test antigenico condotto con tampone nelle quarantotto (48) ore prima dell’ingresso in Italia.

In caso di mancata presentazione di una delle certificazioni da a) a d), l’ingresso in Italia è possibile ma con obbligo di quarantena presso l'indirizzo indicato nel dPLF, per un periodo di cinque (5) giorni, con l'obbligo di sottoporsi a un test molecolare o antigenico, effettuato per mezzo di tampone, alla fine di detto periodo.

I minori al di sotto dei 6 anni di età possono entrare in Italia senza ulteriori formalità e sono sempre esentati dall’obbligo di test molecolare o antigenico

Tutti gli ulteriori dettagli sono consultabili qui: https://www.viaggiaresicuri.it/approfondimenti-insights/saluteinviaggio

Link al sito ministeriale per conoscere la normativa in vigore in relazione allo Stato in cui ci si trova o ci si reca: https://infocovid.viaggiaresicuri.it/dovevuoiandare.html

 

 

 

 

 

torna all'inizio del contenuto