centralino unico 0184 5361112 numero unico emergenzaChiama il numero verde del CUP 800098543 - numero unico prenitazioni telefoniche

Le disposizioni e le informazioni utili per l'ingresso o il rientro in Italia dall'estero - aggiornato al 04.08.2021

Disposizioni relative ai rientri dall'estero - Isolamento domiciliare fiduciario - Obbligatorietà del tampone molecolare o di un test antigenico

Disposizioni relative agli ingressi in Italia - schema riepilogativo - aggiornato al 4 agosto 2021

Aggiornamento del 30 luglio 2021: Segnalazione obbligatoria al Dipartimento di Prevenzione dell’ASL 1 - a seguito delle misure di contenimento del contagio da COVID-19 e ai sensi delle prescrizioni previste dalla normativa vigente in materia di Sanità Pubblica.

La comunicazione deve essere effettuata al Dipartimento di Prevenzione dell’Asl1, tramite il seguente contatto: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 
Per ulteriori informazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - 0184 536 683 - 0183 537 821 - dalle ore 9 alle ore 14 - dal lunedì al venerdì.

Coloro che rientrano in Italia da: BRASILE - INDIA - BANGLADESH - SRI LANKA

  • hanno l’obbligo di effettuare un tampone molecolare o un test antigenico nelle 72 ore antecedenti all’ingresso
  • hanno l’obbligo di segnalazione al Dipartimento di Prevenzione dell’ASL 1
  • hanno l’obbligo di effettuare un tampone molecolare entro le 48 ore successive all’ingresso in Italia, a cura del Dipartimento di Prevenzione e del GSAT
  • indipendentemente dal risultato del test, sono sottoposti ad isolamento domiciliare fiduciario di 10 giorni, con il divieto di spostamenti e rimanendo raggiungibili per l’attività di sorveglianza
  • sono sottoposti a un tampone molecolare al termine del periodo di isolamento domiciliare fiduciario, a cura del Dipartimento di Prevenzione e del GSAT

Coloro che entrano in Italia da: Andorra, AUSTRIA, BELGIO, Bulgaria, Cipro, Croazia, Danimarca, Estonia, Finlandia, FRANCIA, GERMANIA, Grecia, Irlanda, Islanda, ISRAELE, Lettonia, Liechtenstein, Lituania, Lussemburgo, Malta, Norvegia, PAESI BASSI, Polonia, Portogallo, Principato di Monaco, Repubblica Ceca, ROMANIA, Slovacchia, Slovenia, SPAGNA, SVEZIA, SVIZZERA, Ungheria

  • hanno l’obbligo di segnalazione dell’ingresso in Italia al Dipartimento di Prevenzione dell’ASL 1, allegando:
    • il referto di un tampone molecolare o un test antigenico effettuato nelle 48 ore antecedenti all’ingresso (ad esclusione dei minori di anni 6)
    • oppure un certificato di avvenuta vaccinazione, con attestazione del completamento del ciclo vaccinale da almeno 14 giorni
    • oppure un certificato di avvenuta guarigione dall’infezione da SARS-CoV-2, con contestuale cessazione dell’isolamento prescritto in seguito ad infezione da SARS-CoV-2

Coloro che entrano in Italia: ALBANIA, Arabia Saudita, Armenia, AUSTRALIA, Azerbaigian, Bosnia ed Erzegovina, Brunei, CANADA, Corea del Sud, Emirati Arabi Uniti, GIAPPONE, Giordania, Hong Kong, Kosovo, Libano, Macao, Macedonia del Nord, MOLDAVIA, Montenegro, Nuova Zelanda, Qatar, REGNO UNITO, Serbia, Singapore, STATI UNITI d’AMERICA, Taiwan, UCRAINA

 

  • hanno l’obbligo di effettuare un tampone molecolare o un test antigenico nelle 72 ore antecedenti all’ingresso (ad esclusione dei minori di anni 6)48 ore per UK
  • hanno l’obbligo di segnalazione al Dipartimento di Prevenzione dell’ASL 1
  • indipendentemente dal risultato del test, sono sottoposti ad isolamento domiciliare fiduciario di 5 giorni, con il divieto di spostamenti e rimanendo raggiungibili per l’attività di sorveglianza
  • sono sottoposti a un tampone molecolare al termine del periodo di isolamento domiciliare fiduciario, a cura del Dipartimento di Prevenzione e del GSAT

Coloro che entrano in Italia da soggiorni all’Estero (ad eccezione degli stati sopraelencati):

  • hanno l’obbligo di effettuare un tampone molecolare o un test antigenico nelle 48 ore antecedenti all’ingresso (ad esclusione dei minori di anni 6)
  • hanno l’obbligo di segnalazione al Dipartimento di Prevenzione dell’ASL 1
  • indipendentemente dal risultato del test, sono sottoposti ad isolamento domiciliare fiduciario di 10 giorni, con il divieto di spostamenti e rimanendo raggiungibili per l’attività di sorveglianza
  • sono sottoposti a un tampone molecolare al termine del periodo di isolamento domiciliare fiduciario, a cura del Dipartimento di Prevenzione e del GSAT

torna all'inizio del contenuto